Mentre Anna Magnani pensa alla regia, Luciano Emmer ripara gli errori di Rossellini

Anna Magnani pensa sempre a quella compagnia drammatica con la quale dovrebbe esibirsi a Parigi e Londra insieme a Vittorio Gassman e Walter Chiari

Annunci

Marzo 1950

Anna Magnani pensa sempre a quella compagnia drammatica con la quale dovrebbe esibirsi a Parigi e Londra insieme a Vittorio Gassman e Walter Chiari; repertorio italo-franco-inglese: La signora dalle camelie, La figlia di Iorio, Pigmalione. Pare che Anna ha curato personalmente il montaggio del film Vulcano e da questo abbiamo capito che non le spiacerebbe assumere la regia di un film.

In questi giorni, Luciano Emmer, che ha diretto molti cortometraggi e recentemente un film, è partito alla volta di Maiori, sulla costa amalfitana, per riparare vecchi errori di Roberto Rossellini. Rossellini era stato a Maiori nel luglio del ’48 saturo di gloria e di celebrità recentissime, per girarvi La macchina ammazzacattivi. V’era stato un anno prima per girarvi Paisà e tutti lo conoscevano, i pescatori lo chiamavano confidenzialmente Berto. Aveva comperato una frazione rurale, tre casette aggrappate ad uno strapiombo sotto il paesino di Furore, proprio alla foce di un torrente che passa sotto un ponte di molte arcate e si getta nel mare davanti ad un banco di corallo e venti metri sul fondo. Tutto il giorno girava con la sua Chevrolet da Amalfi a Ravello, da Ravello a Maiori, passava il tempo all’albergo dei Capuccini, la sera ballava alla Marina. Era considerato il regista geniale che improvvisa. Di giorno in giorno, quando gli veniva l’estro, inventava un brano di sceneggiatura, chiamava d’un tratto tutti a raccolta dalle rupi e dalla spiaggia e ordinava di girare. Raccoglieva i discorsi dei paesani e li introduceva tali e quali nel film, ammirava i tipi più originali dei paesi e li scritturava facendoli recitare al naturale. Pensava ed era certo di fare un capolavoro. Un giorno, mentre al paese aspettavano che egli costruisse un orfanotrofio del quale era già pronto il progetto che lui stesso aveva sollecitato, montò con Anna Magnani sulla sua Chevrolet, disse «Arrivederci» e partì. Arrivato a Roma per dei mesi i più grandi esperti di montaggio esaminarono i brani di pellicola: era impossibile montare La macchina ammazzacattivi, girata disordinatamente e senza raccordi. Per un anno e mezzo le pizze della pellicola rimasero nei magazzini. In questi giorni, finalmente, anche per consiglio della Bergman, Rossellini ci ha ripensato: e Luciano Emmer è partito per Amalfi, per riparare agli errori di Rossellini.

Autore: tributetoannamagnani

"Tribute to Anna Magnani" è un progetto ideato e realizzato per rendere omaggio ad Anna Magnani, a scopo didattico e senza fini commerciali. For Study Purposes Only.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.