Città aperta di Rossellini a Torino

“C’è molta poesia in questo film, poesia genuina che si effonde la figure reali del nostro popolo e che è destinata a commuovere il cuore si chiunque”

Annunci
Anna Magnani Aldo Fabrizi Roma città aperta
Anna Magnani ed Aldo Fabrizi in “Roma città aperta”

Torino, dicembre 1945

Città aperta è stato il primo dei due film italiani prescelti per il recente Festival del Cinema di Roma, dove vi ha ottenuto un eccellente successo. È apparso un ottimo lavoro, e al pubblico è piaciuto soprattutto per il senso della misura usato da Roberto Rossellini nel trattare la così difficile e delicata materia del soggetto e nel guidarla con sicura mano per i sentieri della obiettività là dove poteva facilmente scivolare per i vicoli della retorica. Nel secondo tempo la cruda ed aspra visione delle torture di via Tasso immerge il film in un clima di potente realismo che profondamente ha impressionato gli spettatori. Bene ha fatto Rossellini a servirsi per le parti principali di persone prese dalla vita e non dal palcoscenico: due interpreti professionisti però, Aldo Fabrizi nell’inaspettata parte di un sacerdote che muore fucilato, e Anna Magnani, nel ruolo di una generosa popolana magnificamente vissuto dalla grande attrice, fanno eccezione e portano il contributo della loro arte commovente e convincente a questa vicenda davvero ispirata a tragici eventi del tempo di Roma tiranneggiata dai nazisti. Il film è tra i migliori che vedremo quest’anno.

Impressioni del pubblico torinese all’uscita del cinematografo dopo la visione di Roma città aperta.

In ben 42 impressioni formulateci, non troviamo che espressioni entusiastiche ed elogiative. E non possiamo non condividere noi pure, codesto plebiscitario tributo di lodi per quello che troviamo giusto definire uno dei film italiani più belli, più significativi, più sinceri. La regia di Rossellini è «sicura ed altamente ispirata».
Il soggetto «è profondamente umano e non sciupato mai da retoriche infiltrazioni propagandistiche». «C’è molta poesia in questo film, — dichiara una delle spettatrici — poesia genuina che si effonde da figure reali del nostro popolo e che è destinata a naturalmente commuovere il cuore di chiunque abbia un minimo di sensibilità».

Sull’interpretazione, particolarmente intelligente ci parve questo commento che riportiamo per intero: «Fabrizi è il protagonista e la sua figura campeggia qui come non mai: ma, tranne il finale, dove diventa mirabilmente ed efficacemente sobrio, quasi sempre egli sembra preoccuparsi fin troppo di mettere in evidenza la sua bravura; la Magnani invece è più grande di lui perché la misura eccelsa della sua arte essa rivela facendoci dimenticare addirittura che sia un’attrice, tanto riesce a persuaderci che sia una vera popolana romanesca, tanto sono convincenti le espressioni del suo dramma umanissimo e desolante. Ma degno di questi due sommi sono, nel loro meraviglioso debutto il Pagliero, colla sua maschera pensosa e potente e colla sua recitazione controllatissima; la Michi che disegna in modo mirabile il suo personaggio psicologicamente malato, e il Feist, raffinato ufficiale delle S.S. che gioca il suo ruolo con uno stile incisivo ed impeccabile».

Ma il giudizio che più ci è piaciuto è questo: «questo film, il cui tono elevato con cade mai, racchiude nel finale alcune pagine di vero cinematografo puro e di arte squisita. Tutte le scene della fucilazione ci avvincono e ci commuovono, ma quel che più ci resta scolpito nella memoria è l’espressione profondamente naturale patetica con cui i bambini assistono alla morte brutale del loro sacerdote. Trapela dai loro occhi incupiti più che piangenti, un giudizio precocemente severo sulle umane ingiustizie, già confortato però dalla cosciente certezza che solo in un mondo più alto regna la vera giustizia, e quel loro muto accorato sgomento par che ci dica: meditate». Ecco la sintesi poetica e morale di questo umanissimo film.

Autore: tributetoannamagnani

"Tribute to Anna Magnani" è un progetto ideato e realizzato per rendere omaggio ad Anna Magnani, a scopo didattico e senza fini commerciali. For Study Purposes Only.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.