Ritorno di Anna Magnani al teatro

Anna Magnani
Anna Magnani

Roma, ottobre 1949

Periodicamente si parla di un ritorno di Anna Magnani alle scene di prosa. Nella scorsa estate di dava per certa una sua Figlia di Iorio all’aperto. Ma poi, invece, La Figlia di Iorio nella pineta di Pescara fu interpretata da Elena Zareschi. Successivamente si parlò di una Medea di Euripide. Ma anche questa volta arrivò prima al traguardo Sarah Ferrati, che impersonò la figura della furente regina al Teatro di Ostia. L’ultima voce ora annunzia che Anna Magnani costituirebbe una grande compagnia per dare in Francia e in Inghilterra tre drammi: uno italiano, uno francese ed uno inglese, tanto per non far torto né a quelli di casa sua né agli ospiti. Le opere prescelte sarebbero: La Figlia di Iorio, la Fedra, di Racine o La signora dalle camelie di Dumas e il Macbeth di Shakespeare, oppure Pigmalione di G. B. Shaw.

Anna Magnani, ormai, è in certo senso legata al tipico personaggio, che, forzando alcuni tratti del suo carattere, ha creato con le interpretazioni cinematografiche, ed evidentemente non intende distaccarsene per tentare la pericolosa avventura di un rinnovamento. Ponendo tale limitazione, il repertorio sul quale essa può contare si riduce a pochi lavori. Ci dispiacerebbe però che Anna Magnani, ritornando oggi al teatro, si richiudesse nel suo personaggio in maniera troppo rigorosa, perché potrebbe scaturire contraffazioni pericolose anche se suggestive. Per esempio, una Signora dalla Camelie turgidamente sanguigna ed una Mila di Codra in chiave Nannarella.

Regista della Compagnia sarà Orazio Costa, al quale aspetterà il seducente compito di graduare questa alchimia; primo attore Vittorio Gassmann, che, come Rossano Brazzi, sogna da vario tempo di indossare i panni di Aligi. Una compagnia nata col preciso scopo di far recitare Anna Magnani in Francia e Inghilterra, e — naturalmente — in Italia, pur identificando il nostro Paese, in senso teatrale, con Roma e Milano.

Di Anna Magnani, che in Francia è popolare più di non poche attrici francesi e che, cinematograficamente viene indicata come una delle quattro interpreti più note al mondo, si vuole sfruttare questa enorme popolarità; il che sta a significare che la nostra attrice non reciterà per “fare teatro” ma, alla maniera dei grandi interpreti, per far conoscere la sua personalità sulla scena, con alcune opere che le diano la possibilità di emergere. Come la Duse fino al principio del secolo; come Emma Gramatica e Ruggeri, oggi. Per Anna Magnani, che è già certa del lavoro italiano che reciterà, si tratta di un antico sogno che ora potrà realizzare.

Annunci

Autore: tributetoannamagnani

"Tribute to Anna Magnani" è un progetto ideato e realizzato per rendere omaggio ad Anna Magnani, a scopo didattico e senza fini commerciali. For Study Purposes Only.

One thought on “Ritorno di Anna Magnani al teatro”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...