Anna Magnani nel Comitato pro-cinema italiano

Anna Magnani "Molti sogni per le strade" di Mario Camerini, disegno pubblicitario di Longi
Anna Magnani “Molti sogni per le strade” di Mario Camerini, disegno pubblicitario di Longi

Roma, febbraio 1949

“Invidiano il nostro cinema!” declamò con un impeto di entusiasmo l’on. Andreotti poche settimane fa alla Camera. “Voi del cinema italiano lavorate per l’Europa e per il mondo” sentenziò il presidente dei produttori americani E. Johnston davanti ad uno sparuto, distratto, frivolo gruppo di giornalisti, che sgranocchiava mandorle salate all’Excelsior. Oscar a De Sica e Targa a Rossellini, che viene accolto come un Messia a Hollywood. Nessuno si è offeso, anzi, quando il regista di Paisà ha dichiarato alla stampa newyorkese, che “Hollywood confeziona squisite marmellate”. Il cinema italiano viene abbracciato in tutto il mondo. Abbracciata la Magnani a Parigi, abbracciati Brazzi e la Valli in America, Fabrizi in Argentina. Trionfi e vessilli persino per Macario e Kitzmiller, in Francia ed in Svizzera.
In Italia invece la situazione è tutt’altro che rosea ed euforica. I connazionali diffidano dei nostri film e affrontano aspre battaglie con bombe maleodoranti, castagnole e fiale lacrimogene in tutti i cinematografi di prima visione, per vedere un film mediocre, banale, soporifero come Il sipario di ferro. Al cinema World di New York tutto esaurito da un anno per Paisà. A Roma entusiastiche riprese di vecchi polpettoni come La tragedia del Bounty, di filmati solleticanti come Fra Diavolo con Stanlio e Ollio.
Ecco perché dopo la Serata del Cinema al Grand Hotel, a beneficio dei disoccupati della categoria, avremmo la “serrata” del cinema. Produttori, registi, attori e maestranze si sono annoiati ormai al giochetto “del caldo interessamento” del sottosegretario. Frase, cui fa seguito “una fervida sollecitazione” al ministro Tal’altro. Un Comitato d’agitazione nominato urgentemente e composto da Anna Magnani, Vittorio De Sica, Luigi Zampa, Mario Costa, Giuseppe De Santis, Carlo L. Bragaglia, Mario Craveri, Albero Vecchietti e Cesare Zavattini sta informando tutti i gruppi parlamentari e la stampa sul grave stato di cose maturatosi in questi ultimi tempi. I noleggiatori e gli esercenti continuano ad avere carta bianca per i decreti legislativi cinematografici come per i titoli dei film. Non è un mistero che per la nuova annata sono entrati in Italia più di 800 film stranieri, che i nostri esercenti si affrettano a ricevere festosi nelle loro sale, il cinema italiano quest’anno rischia di rimanere a lungo in anticamera. L’obbligo, del resto, di proiettare una certa aliquota di film italiani non è stato rispettato e gli organi di tutela sono riuscita faticosamente a punire soltanto uno, il più timido forse, degli inadempienti.

Il Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio richiesto del suo parere sulla annunziata costituzione di un Comitato di agitazione per il cinema italiano, ha dichiarato all’Ansa: “Condivido le preoccupazioni e le ansie in difesa della nostra produzione cinematografica e sto attivamente lavorando per raggiungere una soluzione soddisfacente ai quesiti che la realtà ci ha posto. E riconosco anche l’urgenza di adeguate misure; ma un solo provvedimento, non accompagnato da altre iniziative e specialmente non inquadrato nell’indispensabile ripristino dell’azione unitaria dello Stato, nel campo della cinematografia, risulterebbe certamente vano. Invito, pertanto gli interessati a contare sulla attiva e decisa opera del Governo, per quanto di sua competenza”.
Il Sindacato Nazionale dei Lavoratori del Cinema invita le attrici e gli attori cinematografici a partecipare alla Assemblea nazionale di categoria che sarà tenuta alle ore 9.30 del 20 corr. al Teatro delle Arti in via Sicilia. Importantissimi argomenti all’ordine del giorno.

Graduatoria dei film italiani e stranieri (i primi dieci), presentati a Roma nel 1948, in base al numero di giorni di programmazione in prima visione, incluse le riprese. La cifra fra parentesi accanto a quella dei giorni indica in quanti locali ciascun film è stato proiettato.

Film italiani: Fifa e arena 61(4); Natale al Campo 119 42 (3); Molti sogni per le strade 35 (4); Amore 21 (1); Il barone Carlo Mazza 21 (1); Sotto il sole di Roma 20 (2); Caterina da Siena 20 (4); Roma città aperta 18 (1); Ladri di biciclette 18 (2); Assunta Spina 18 (3).

Film stranieri: Per chi suona la campana 160 (1); Le bianche scogliere di Dover 117 (1); Ninotchka 85 (4); La Signora Parkington 70 (1); Io ti salverò 63 (4); Duello al sole 60 (4); Arco di Trionfo 53 (3); Bellezze al bagno 45 (3); Perdutamente 45 (3); I migliori anni della nostra vita 42 (4).

Annunci

Autore: tributetoannamagnani

"Tribute to Anna Magnani" è un progetto ideato e realizzato per rendere omaggio ad Anna Magnani, a scopo didattico e senza fini commerciali. For Study Purposes Only.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.