1949: anno nuovo, vita nuova

Anna Magnani, da più giorni costretta a letto da una bronchite. Rossellini è partito per l’America.

Annunci
Anna Magnani nell'episodio La voce umana del film Amore (1948)
Anna Magnani nell’episodio La voce umana del film Amore (1948), diretto da Roberto Rossellini

Roma, gennaio 1949

Anna Magnani, da più giorni costretta a letto da una bronchite, non ha potuto presentarsi in Tribunale per la prima udienza della causa da lei intentata a Giovanni Tonelli e Florindo De Gregori, direttore e gerente responsabile del settimanale La Rivolta Ideale.

Rossellini si difende
«Hanno detto teatro filmato, e non hanno capito niente. Ciò che io ho fatto con Amore non è mai stato fatto prima. Innanzitutto una formidabile indagine tecnica che da sola basterebbe per fare il successo di un film. Ma c’è di meglio: c’è un individuo afferrato di peso, messo sotto il microscopio, scrutato sino in fondo. C’è lo studio di un viso umano, la penetrazione nelle pieghe riposte di una fisionomia. E questa, se non sbaglio, è un’indagine dei mezzi espressivi che nessuno s’è mai sognato di tentare. Il tipo di realismo che ho inaugurato con con Roma città aperta e Paisà non serve più. Andava bene allora quando sembrava delittuoso non suggerire agli uomini la necessità di prender conoscenza del mondo in cui si vive, la necessità di affondarci dentro le mani, di sentire di quale materia è fatto. Oggi altre cose mi premono. Oggi credo si debba trovare una nuova e solida base per costruire e per rappresentare l’uomo qual’è, nel connubio che in lui esiste fra poesia e realtà, fra desiderio e azione, fra sogno e vita. Per questo ho fatto Amore e La macchina ammazzacattivi, che è forse il mio film più originale.»
Ora che La Macchina ammazzacattivi è in avanzata fase di montaggio, Rossellini sta perfezionando il progetto di un altro film, nel quale si farà la storia di una disgraziata popola che vive della carità altrui e che si ritrova d’improvviso ricchissima. Arricchendo impazzisce. Ma di questo e di altri progetti allo studio, Rossellini non ama parlare.

Il 15 gennaio, il regista Roberto Rossellini è partito per l’America a bordo di un aereo della Trans World Airline, per definire le trattative con Ingrid Bergman. Ad Hollywood avrà numerosi incontri con i più noti produttori del cinema americano e conta di far ritorno in patria con la Bergman, per primavera, e di iniziare immediatamente la lavorazione di un grande film, la cui realizzazione egli accarezzava da tempo. Il nostro valoroso regista appare alquanto sicuro del fatto suo; infatti, al bureau della Trans World Airline, egli avrebbe prenotato un biglietto d’andata e due di ritorno, certo di tornare in Italia in compagnia della Bergman. Appena giunto a New York, Rossellini ha ricevuto il premio dei critici attribuitogli per Paisà che è stato definito il miglior film del 1948.

Autore: tributetoannamagnani

"Tribute to Anna Magnani" è un progetto ideato e realizzato per rendere omaggio ad Anna Magnani, a scopo didattico e senza fini commerciali. For Study Purposes Only.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.