Amore piacque soltanto a Cocteau

Anna Magnani e Jean Cocteau alla Mostra di Venezia 1948
Anna Magnani e Jean Cocteau alla Mostra di Venezia 1948

Mostra di Venezia, settembre 1948

Anche senza esagerazioni, Venezia ha avuto un ritmo brillante di arrivi e partenze. Gli ultimi arrivati naturalmente sparirono, o vennero poco notati. C’è una legge, ai festival: un buon film, presentato il ventesimo giorno, interessa meno di un brutto film presentato in serata d’inaugurazione. La stessa legge vale per ultimi arrivati. Vitaliano Brancati, giunto in vigilia di chiusura per Anni difficili, che Zampa ha tratto dal suo Vecchio con gli stivali, non incuriosiva più.
Un altro personaggio del festival fu la “fila d’onore”: vi passarono gli attori e i registi dei film presentati, ci furono molte personalità politiche e Nicola De Pirro, ci furono Anna Magnani e Roberto Rossellini per Amore, Soldati per Fuga in Francia, ci fu Lattuada e Carla del Poggio per Senza pietà, e ci fu sempre Cocteau. Ma Cocteau era in tutti i film: rimase a Venezia una decina di giorni e assistete a una specie di Mostra personale in suo onore. Vennero proiettati L’aquila a due teste, Les noces de sable, per cui aveva scritto e detto il commento, La voce umana, tratto da un suo atto unico. Ci fu persino, in visione privata a Venezia, la primissima presentazione de Les parents terribles. E la sera Cocteau, immancabilmente, si alzava dalla sua poltrona, faceva confluire gli applausi su di sé indicando al pubblico, come un tenore compito, Anna Magnani e scendeva rimboccandosi meglio le maniche dello smoking.

A torto o a ragione, Rossellini viene considerato in tutto il mondo come il più interessante regista italiano, quindi l’attesa per Amore era notevole; purtroppo tale attesa è andata delusa, e Amore piacque quasi esclusivamente a Cocteau, che è l’autore di uno dei due episodi, e ad Anna Magnani, che è la protagonista di entrambi. Si tratta, come è noto, di due storie assolutamente indipendenti l’uno dall’altra; la prima è tratta da La voce umana di Cocteau, una brutta commedia che ebbe successo perché dà la possibilità a un’attrice di gigioneggiare per quaranta minuti. Tradotta in film, la commedia non ha guadagnato nulla, e Anna Magnani ha regolarmente gigioneggiato per il periodo di tempo prescritto. Intendiamoci, Anna Magnani è una ottima attrice, e in questo episodio ha belle espressioni e accenti sinceri; ma quelle parole non reggono, quell’emozione è falsa, e quaranta minuti di primi piani sono troppi. Più che d’un film, si tratta di un lungo provino per dimostrarci che la Magnani ha grandi possibilità; ma poiché questo lo sapevamo, riteniamo che tale provino sia inutile, riteniamo inoltre che ben poco abbia a vedere col cinema.
Il secondo episodio, Il miracolo, è una storia da D’Annunzio prima maniera, e starebbe bene nelle Novelle della Pescara. Qui Anna Magnani in alcuni punti è selvaggiamente brava, in altri invece strafà, e magnaneggia troppo. Ma la colpa non è sua, bensì del regista che le ha imposto così lunghi soliloqui, con l’intento di farle un monumento; ma è un monumento di gesso.
La parte della Magnani in Roma città aperta era breve, ma la rese celebre in tutto il mondo. Qui ella è praticamente solo interprete d’un intero film, e stanca, come stancherebbe un pranzo composto soltanto d’una grandissima e squisita torta.
Quanto a Rossellini, egli ha sbagliato e in questo non c’è nulla di male, perché nessuno per quanto bravo, può essere condannato al capolavoro perpetuo. Saremo sempre grati al regista di Paisà, ma naturalmente ci addolora vederlo deviare dalla strada che lo rese celebre coi suoi precedenti film. Vero è però che si trattava di film senza dedica, mentre Amore si apre con una specie di lapide: “Questo film è dedicato all’arte di Anna Magnani”. E poiché alla Magnani, come abbiamo detto, il film è piaciuto, Rossellini può essere soddisfatto di sé. Noi, un po’ meno.

Annunci

Autore: tributetoannamagnani

"Tribute to Anna Magnani" è un progetto ideato e realizzato per rendere omaggio ad Anna Magnani, a scopo didattico e senza fini commerciali. For Study Purposes Only.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...